venerdì 16 maggio 2008

Cos'ho nel portafoglio: un'indagine autopsicosociologica

Se apro il mio portafoglio trovo:

- due banconote da venti, una da dieci e una da cinque euri;

- la ricevuta di una ricarica Vodafone da 25 euri emessa via terminale stamattina alle 11:56 (e 55 secondi) e che, visto che ho ricevuto la conferma telematica, potrei anche gettar via anzi getto immantinente;

- un biglietto ferroviario a fascia chilometrica (40km) obliterato alla stazione di Milano centrale in data e orario inintellegibili;

- un altro biglietto ferroviario a fascia chilometrica (sempre 40 km, sono abitudinario) obliterato alla stazione di Pavia il 14-05-2008 alle h14:55;

- il promemoria di un prelievo Postamat (importo: € 100,00), con annessa pubblicità del Grande Concorso Postepay che naivemente promette tanti premi per te;

- la ricevuta dell'accettazione di una raccomandata con avviso di ritorno inviata il 28 febbraio 2008 alla cortese attenzione della Fondazione Collegio San Carlo - Via San Carlo 5 - 41100 Modena, senza che possa minimamente ricordarne il motivo;

- un'altra ricevuta di un'altra accettazione di un'altra raccomandata con un altro avviso di altro ritorno inviata il 27 dicembre 2007 alla cortese attenzione del Ministero dell'Università e della Ricerca - Piazzale Kennedy 20 - 00144 Roma, a conferma del mio sospetto che sotto le feste comandate finisco sempre per compiere spropositi;

- l'indirizzo mail, incomprensibile, di una persona il cui nome, incomprensibile, è indicato sotto l'indirizzo fra parentesi quadre, sul retro di un biglietto da visita della casa editrice Vita e Pensiero, con la dicitura "Omaggio dell'autore", sintetica dedica, incomprensibile, e sigla autografa, incomprensibile;

- l'appunto per una presentazione del 22 febbraio alla quale non ho potuto partecipare per eccessiva distanza geografica, sotto l'indirizzo mail di un celebre nonché estremamente simpatico giornalista italiano;

- una serie di indirizzi di uffici stampa afferenti di riffa o di raffa al Popolo della Libertà;

- la carta BancoPosta;

- il regolamento della carta BancoPosta, giammai consultato ma conservato con religioso ardore;

- una microscopica riproduzione (2,5 x 4 cm) della locandina di Borat: Cultural Learnings of America for Make Benefit Glorious Nation of Kazakhstan, di Larry Charles (2007) con Sacha Baron Cohen e Ken Davitian;

- l'imbarazzante nuovo modello della tessera sanitaria nel quale la bandiera europea copre e sovrasta il Tricolore, evenienza più che sufficiente ad agognare l'espatrio;

- la tessera 2008 di socio ordinario (n.63378) dell'Archeoclub d'Italia, sede di Gravina in Puglia;

- la tessera vitalizia (CL 936) della biblioteca della Fondazione Collegio San Carlo di Modena, per accedere alla quale risulta necessario presentarsi muniti di questa tessera, e l'uso della medesima è strettamente personale;

- una foto formato scheda telefonica della sacra persona di Benedetto XVI, sul retro della quale è riportato il nome secolare del Pontefice (Joseph Ratzinger), la data d'elezione (19 aprile 2005) e il testo integrale della Benedizione Apostolica Urbi et Orbi impartita dalla Loggia, che non riproduco per ragioni di spazio;

- il biglietto da visita della ditta Arte&Foto di Franco Lagreca - via Bari 10 - Gravina (BA), specializzata in reportage di nozze (non si sa mai, bisogna saper fronteggiare le urgenze);

- il biglietto da visita della libreria Il Delfino - piazza Vittoria 11 - 27100 Pavia, col bordo destro pervicacemente spiegazzato;

- un santino di Sant'Antonio da Padova, acquistato presso la locale Basilica del Santo, dietro il quale è riportata la seguente citazione dai Sermoni del Medesimo: Quanto più da lontano ritorna il peccatore al Padre suo, tanto più amorevolmente viene da Lui accolto;

- una tessera/abbonamento della yogurteria-creperia-gaufreria Le Delizie di Hansel e Gretel - piazza della Vittoria 10a - 27100 Pavia (è esattamente di fianco alla libreria di cui sopra), con quattro obliterazioni a forma di stellina, altre sei delle quali mi darebbero diritto a un'undicesima crepe alla Nutella gratis et amore Dei.

Nessun commento:

Posta un commento