giovedì 8 aprile 2010

Sanfrancescheide, parte seconda. Sempre sia lodato il San Francesco vero, uomo delle testimonianze storiche e non delle ricostruzioni fantasiose. Al prossimo che vi ordina uno stile di vita più morigerato per far fronte alla crisi economica, ricordate che San Francesco moltiplicò il prodotto di una vigna privata alla quale aveva dato libero accesso ai poveri, onde ognuno si procurasse un po’ di ebbrezza (fa fede il diciannovesimo capitolo dei Fioretti). Gli astemi, i sani, i salutisti non berrebbero mai vino fuori orario e non ricaverebbero mai la sensazione che dove c’è di meno lì c’è di più.

Nessun commento:

Posta un commento