mercoledì 16 giugno 2010

Fogazzareide, parte terza. Non fidatevi mai di quelli che riconoscono che il governo possa intraprendere buone iniziative ma non le sostengono con la scusa che il governo sia cattivo. Vorrei chiedere ai progressisti impegnati nell’organizzazione del centocinquantesimo: sarà Berlusconi tanto peggio di Radetzky? Eppure Antonio Fogazzaro ficca in Piccolo mondo antico il personaggio di un ingegnere patriottico che in pieno Risorgimento lavora al soldo imperial regio, e “che si sente tranquillo nella sua coscienza perché, occupandosi di strade e di acque, serve il suo paese e non i tedeschi”.

Nessun commento:

Posta un commento