martedì 10 agosto 2010

Pare che il cardinale Newman avesse sempre una buona parola per coloro che intendessero pensare di testa propria. “Imbecilli”, avrebbe detto se non fosse stato né cardinale né inglese, “quando per credere agli invisibili cromosomi dovete fidarvi degli scienziati vi sentite intelligenti; quando per comprare un libro incellofanato vi fidate delle recensioni vi sentite intelligenti; quando vi vengono propinati dati incontrollabili sulla crescita economica, sul mercato del lavoro e sull’animaccia vostra vi sentite intelligenti; e quando un prete tenta di convincervi dell’evidente esistenza di Dio, tutt’a un tratto vi sentite stupidi?”. Certo che se parlo così non mi beatificheranno mai.

Nessun commento:

Posta un commento