mercoledì 29 settembre 2010

Carlodosseide, parte quinta. Allora, parliamoci chiaro, volete scrivere o volete sposarvi? Le due cose non si escludono a priori ma a posteriori sì, lo dimostra un’invettiva di Carlo Dossi in Goccie d’inchiostro ove rimprovera: “Eppòi tu se’ nato agli studii. Vògliono pace gli studii… Dove trovare mai pace fuorché in solitùdine? Distratto dalle quotidiane meschinìssime cure della famiglia, con un occhio alla pèntola aspettata dai tuòi figlioletti e l’altro alla tua letteraria coscienza, avresti tutta la vita, per dir così, loscheggiato, di te insoddisfattissimo”. Pensate se oltre a una moglie aveste anche un lavoro, sarebbe una tragedia.

Nessun commento:

Posta un commento