martedì 28 settembre 2010

Ho letto Mia cugina Rachele in una tascabilissima edizione Oscar Mondadori del 1966 (prezzo: 350 lire). Comoda da scorrazzare su aerei e treni fra Inghilterra e Italia, l’edizione nasconde un pregio ulteriore nella biografia dell’autrice in seconda di copertina (per gli studenti dei master in editoria cartacea e multimediale: la seconda di copertina è la facciata che si trova sul retro della copertina colorata che vedete esposta nell’angolo-libri di Coop ed Esselunga). Daphne Du Maurier, vi si illustra, “attualmente vive a Menabilly in Cornovaglia e studia i grandi autori del passato”. Ho immaginato Daphne Du Maurier ancora viva, ancora intenta a studiare l’infinita mole di pagine lasciate in eredità dai grandi autori del passato e per un istante mi sono trasferito dal volgare 2010 all’eternità della letteratura.

Nessun commento:

Posta un commento