mercoledì 1 settembre 2010

Santo cielo, è proprio vero che lo spirito soffia dove vuole. Uno va in cerca della definizione più efficace del Cattolicesimo all’italiana, questa curiosa religione un po’ démodé un po’ self-service, di praticanti non osservanti e credenti non convinti, di preti atei e fedeli che non s’inginocchiano, di moralismo d’accatto e buoni sentimenti alla rinfusa – e dove la trova? In un romanzo di formazione sacerdotale? In un’inchiesta sociologica coi controturiboli? In un saggio Mondadori di Vito Mancuso? None, la rinviene fra una tetta e l’altra a metà di Quel gran pezzo della Ubalda tutta nuda e tutta calda. Un fratacchione chiede: “Dimme un po’, e te sei rincongigliato cor Signore?”; e Pippo Franco risponde: “Lo saluto! Ma nun ce parlo”.

Nessun commento:

Posta un commento