martedì 15 febbraio 2011

Fogazzareide, parte quinta. Io quando sento quelli che mi dicono: “Che figura ci fa fare Berlusconi, chissà come ci giudicherà la storia”, mentre loro pensano a Marco Travaglio io penso immancabilmente ad Antonio Fogazzaro (che ci volete fare, abbiamo punti di riferimento culturale inconciliabili). Interrogato sulla validità del romanzo storico, che ai suoi tempi andava di gran moda ma si dibatteva in cerca di una verosimiglianza più solida, Fogazzaro rispose: “Per me il miglior romanzo storico è il romanzo contemporaneo da cui i nostri posteri trarranno colla sana critica molti e gravi elementi del loro giudizio su di noi”. Voi che vi preoccupate di fare bella figura con posteri che non vedrete mai, sappiate che la storia non ci giudicherà su Berlusconi ma sulla qualità di ciò che hanno scritto i romanzieri riguardo a Berlusconi. E a occhio saranno quelli che Lino Banfi (che ci volete fare, sempre punti di riferimento culturale inconciliabili) chiamava volatili per diabetici.

Nessun commento:

Posta un commento